Nuovo
Monteverro Toscana Rosso Igt 2013

Monteverro Toscana Rosso Igt 2013

ATS-10730NS

Monteverro

Uve: 40% Cabernet Franc, 35% Cabernet Sauvignon, 20% Merlot, 5% Petit Verdot

Gradazione Alcolica: 14% Vol

Temperatura di Servizio: 16-18°C

Abbinamenti Gastronomici: Faraona ai funghi

Maggiori dettagli

110,98 €

Monteverro Toscana Rosso Igt 2013

Denominazione: Igt Toscana Rosso

Zona di Produzione: Maremma, Toscana

Tipologia del Suolo: argillo-calcareo con ciottoli erosi

Densità degli Impianti: 7.575 ceppi per ettaro, orientamento nord/sud

Resa per Ettaro: 30  ettolitri

Vendemmia: manuale; data di r accolta adattata a ogni sezione di parcella

Vinificazione: ogni parcella è vinificata separatamente; fermentazione in inox e barrique, fermentazioni naturali; procedura 100% a caduta, follatura manuale

Affinamento: 24 mesi in barrique di rovere francese con 80% di legno nuovo e quindi 2 anni in bottiglia

Imbottigliamento: nessuna chiarificazione, né filtrazione

Note di Degustazione:

  • colore: rubino scuro intenso e impenetrabile con tocchi di porpora
  • profumo: ribes nero, ciliegia scura, mirtilli , fragole macerate con finale speziato
  • gusto: attacco equilibrato con tocchi di frutta scura matura, cassis, su trama tannica granulare; lunga persistenza

Note sull'Annata:

Nel novembre 2012 c'è stato un evento atmosferico eccezionale, con più di 400 mm di pioggia caduti in sole 48 ore: queste precipitazioni così abbondanti tuttavia non giovano alle riserve idriche del terreno, che non riesce ad assorbirle, ma mostrano quanto può essere aspro il clima nell’area del Mediterraneo, con lunghi periodi di siccità alternati a violenti nubifragi. Fortunatamente ciò non ha causato danni ai vigneti: il suolo era adeguatamente ricoperto dalle colture e abbastanza poroso da limitare l’erosione. Infine, con 1200 mm di portata totale delle precipitazioni fino alla gemmazione, le riserve idriche sono state colmate prima del periodo vegetativo. Il resto della stagione è stato più sereno con solo 150 mm di pioggia da aprile ad ottobre. La gemmazione è stata uniforme (nella prima metà di aprile) come anche la fioritura (nella seconda metà di maggio) ma con una quantità di grappoli non abbondante: la produzione contenuta di grappoli è la naturale reazione delle piante alla spiccata siccità delle due stagioni precedenti. L’estate è arrivata lentamente e si sono verificati solo dieci giorni di calura intensa all'inizio di agosto, condizione che ha favorito un’invaiatura ottimale. Il 20 agosto una precipitazione di 35 mm di pioggia ha favorito in maniera decisiva la maturazione che si è conclusa tra il 4 e il 10 settembre per i l Merlot e tra il 20 settembre e il 4 ottobre per gli altri tre vitigni

Tipo di VinoRosso