Vignassa Barbera d'Asti Docg Superiore Vignassa

Vignassa Barbera D'Asti Docg Superiore Nizza 2012

ATS-10615

Cascina La Ghersa

Uve: Barbera 100%

Gradazione Alcolica: 14% Vol

Temperatura di Servizio: 18-19°C

Abbinamenti Gastronomici: con tutti i grandi piatti di carne; arrosti, brasati, selvaggina e cinghiale serviti con salse; formaggi stagionati. Cucina Piemontese: agnolotti quadri "della tradizione" al ragù ai funghi, stracotto al Barbera, formaggio Raschera

Maggiori dettagli

20,35 €

"Vignassa" Barbera D'Asti Docg Superiore Nizza 2012

Sistema di Allevamento: controspalliera a guyot semplice con inerbimento dei filari

Tipologia del Terreno: sabbie astiane dell’era terziaria, marne calcareo argillose con strati tufacei a media profondità

Portainnesti: Rupestris du Lot

Densità d'Impianto: 5500 piante/ettaro

Età Media: 60 anni  

Esposizione: ovest-sud ovest

Vendemmia: differenziata, a mano in cassette da 20 Kg di capacità, effettuata a settembre

Resa per ettaro: in uva 40 quintali (0,8 Kg. per ceppo), in vino 27 ettolitri

Vinificazione: la fermentazione viene effettuata in tini di rovere francese della capacità di 52 hl, il mosto viene lasciato a contatto con le bucce per 18-20 giorni. Per favorire la massima estrazione di colore, profumi ed aromi, viene effettuato il délestage, cioè viene aspirato tutto il mosto liquido in fermentazione, determinando la caduta e la rottura del cappello sul fondo del serbatoio. Ripompando il mosto all'interno del serbatoio le bucce sgretolate fra di loro, risalendo lentamente verso l'alto, saranno a perfetto contatto della parte liquida

Affinamento: terminato il periodo di macerazione sulle bucce, il vino viene travasato in barriques, dove svolgerà la fermentazione malolattica e vi rimarrà a maturare ed affinare per un periodo complessivo di circa 18 mesi; i legni utilizzati per la costruzione delle barriques sono stagionati per almeno 3 anni

Note di Degustazione:

  • colore: rosso porpora intenso con riflessi granati, brillante
  • profumo: complesso, profondo e di notevole concentrazione; in evidenza note di mora e di ciliegia matura; sentori di tabacco, cuoio liquirizia e spezie balsamiche
  • gusto: energico e grintoso, struttura voluminosa ma elegante e suadente, con uno sviluppo del sapore fluido e fragrante, grande morbidezza e gran classe; finale molto lungo e complesso

Potenziale di Invecchiamento: oltre 15 anni

Note: la Vignassa è il primo vigneto impiantato dopo i disastrosi attacchi di fillossera all'inizio del ‘900 dal Nonno e dal Bisnonno di Massimo Pastura: Osvaldo e Luigi Bologna. Il vigneto venne battezzato con questo nome col passare degli anni, per l’aspetto estetico sempre meno piacevole ed elegante che le viti assumevano, tipico dei vecchi vigneti impiantati su portainnesto Rupestris du Lot, praticamente “la Vigna Brutta”. L’ironica contraddizione rispetto al nome è che proprio da questa vigna oggi vengono ottenute le più belle uve, in assoluto fra le più pregiate e preziose

Tipo di VinoRosso