Riesling Hahnenberg 2017

Riesling Hahnenberg 2017

ATS-12516

Koehly

Uve: 100% Riesling Renano

Gradazione Alcolica: 13% Vol

Temperatura di Servizio: 10-12°C

Abbinamenti Gastronomici: pesce, molluschi (capesante) e crostacei perché sottolinea con grazia i sapori iodati dei prodotti di mare; pollame, carni bianche e formaggi caprini; é il partner ideale per il dessert, dagli agrumi alla torta al limone

Maggiori dettagli

13,77 €

Riesling Hahnenberg 2017

Classificazione: Appelation Alsace Contrôlée

Zona di Produzione: Lieu-Dit Hannemberg

Altitudine: 350 m/s.l.m.

Vinificazione: il mosto ottenuto da uva pressata sofficemente e da una breve macerazione viene raffreddato, pulito con decantazione e poi mandato in fermentazione in vasca di acciaio termocondizionata; si utilizzano lieviti appositamente selezionati per la varietà riesling

Fermentazione: a temperatura di 16-17°C e si protrae per circa 20 giorni

Affinamento: in vasche di acciaio inox fino all’imbottigliamento

Longevità: 8-9 anni

Note di Degustazione:

  • colore: oro bianco brillante che ne sottolinea già la caratteristica freschezza
  • profumo: note di anice (caratteristico di un Riesling Hahnenberg di età superiore ai 3 anni) e biancospino
  • gusto: vino secco «verticale», costruito attorno a una grande freschezza che si apprezza dall’inizio alla fine della degustazione, con un gusto centrale ampio e «grasso». Grazie a questa struttura di razza, delicatamente fruttata, il Riesling d’Alsazia é il partner ideale dell’alta gastronomia

Note: é il vitigno renano per eccellenza! La valle del Reno é unanimamente riconosciuta come la sua culla. Per alcuni si tratterebbe dell’Argitis minor dei Romani e la sua coltivazione risalirebbe all’occupazione romana. Secondo Stoltz, il Riesling é stato introdotto nel IX secolo nei vigneti del Rheinghau.

Nel 843, all’indomani della spartizione dell’impero carolingio, Luigi II fece piantare viti di Gentil aromatico lungo il Reno. Questo vitigno prese subito il nome di riesling, che deriva da riesen (scorrere in tedesco) perché prima di acclimatarsi in Alsazia era sensibile alla colatura (in caso di condizioni climatiche avverse, come piogge al momento della fioritura, il fiore cade impedendo la produzione dell’uva).

Diverso dal cugino tedesco, il riesling alsaziano é piantato nella regione sin dalla fine del XV secolo; anche se viene correntemente citato già nel secolo successivo, la sua coltivazione si svilupperà soltanto nella seconda metà dell’ottocento.

Dopo gli anni ‘60 rappresenterà la prima superficie produttiva d’Alsazia.

Tipo di VinoBianco